Storia e tradizioni del caffe’

Gennaio 19, 2021 by Nessun commento

Il caffe’, uno dei piaceri della vita

Il caffè è una bevanda conosciuta e apprezzata in tutto il mondo per il suo gusto inconfondibile e aromatico, unico nel suo genere. Bere caffè rappresenta in diverse culture una vera e propria traduzione. In particolar modo, in Italia godersi un buon caffè può rappresentare un rito quotidiano, una piccola coccola che ci si concede oppure anche un momento di incontro con amici e parenti. Ogni cultura ha la sua storia e le sue tradizioni, ma quel che rimane costante è l’idea che il caffè sia uno dei piaceri della vita.

La storia del caffe’

Il caffè è una bevanda che si ricava da delle piante particolari del genere Coffea, che fanno parte della grande famiglia delle Rubiacee. Macinando i piccoli semi che producono queste piante e poi mettendoli in infusione si ottiene per l’appunto il caffè.

La storia del caffè è una lunghissima storia, che affonda le sue origini in un lontano passato. Nessuno sa in effetti chi inventò il caffè e quando nacque con precisione questa bevanda. A tal proposito sono nate numerose leggende. Una di queste racconta che un giovane pastore etiope mentre stava pascolando il suo gregge notò che le capre si avvicinavano a una pianta di caffè e iniziarono a mangiarne le foglie. Di notte, le capre al posto di dormire sonni tranquilli come era loro solito erano particolarmente attive e vivaci. Il pastore comprese che la ragione di una tale energia dovesse risiedere in quelle foglie mangiate e così abbrustolì i semi della pianta, li macinò e ne fece un’infusione ottenendo così il caffè.

Un’altra leggenda ha invece come protagonista Maometto. Si racconta che un giorno costui si sentì male e vide in sogno l’arcangelo Gabriele che gli offrì una tazza contenente una bevanda nera, realizzata appositamente da Allah. Dopo aver bevuto Maometto tornò subito in forze e da quel momento il caffè divenne una bevanda apprezzata da tutti.

Al di là delle leggende, molto probabilmente la nascita del caffè avvenne o in Etiopia o nelle regioni del Medio Oriente e inizialmente la sua diffusione si limitò a queste zone. Fu solo nel XV secolo che la bevanda giunse a Istanbul, l’antica Costantinopoli, e da lì anche in Europa. Tra le varie città fu Venezia che per prima in Italia commercializzò il caffè, bevanda che ben presto divenne amata da tutti. Di lì a poco il caffè iniziò a rappresentare non solo la bevanda ottenuta dalla macinazione dei semi di particolari piante tropicali, ma anche il luogo stesso dove si poteva bere questa bevanda e dove era possibile passare del tempo in compagnia.

Il caffe’ oggi

Da allora la macinazione dei grani di caffè e la preparazione di questa bevanda sono significativamente mutati, ma non è cambiato il piacere derivato dal gustarsi un bel caffè. Oggi come allora, il caffè è ancora strettamente legato alla condivisione e all’idea che gustare un caffè in compagnia possa essere un’esperienza veramente speciale.

Il caffè è entrato nelle case di tutti gli italiani in modalità differenti. Che si tratti della classica moka o delle nuove macchinette per caffè a capsule, poco importa: l’importante è gustarsi una bevanda sublime come quella del caffè. A questo proposito siti come www.signorcaffe.it offrono una vasta scelta di cialde, capsule e grani per rendere l’esperienza del caffè il più piacevole possibile.

Inoltre, gli anni recenti hanno anche visto la diffusione di diverse tipologie di caffè in base ai propri gusti. Liscio, macchiato, doppio sono solo alcune delle più famose modalità con cui il caffè viene presentato. A questo si unisce l’apprezzatissimo cappuccino, in grado di coniugare il sapore forte del caffè all’avvolgente schiumosità del latte.

Il caffe’, una tradizione da non perdere

Il caffè è una tradizione da preservare. Ognuno di noi può gustare questa bevanda in mille modi diversi e in occasioni completamente variegate. Da soli o in compagnia, bere il caffè deve essere sempre un piacere per noi e per gli altri.